Comune di Monticelli d’Ongina

L’origine di Monticelli risale all’epoca romana, in quanto la zona era un punto strategico sul Po, come testimoniato dai reperti trovati, ora conservati nel locale piccolo Museo Archeologico.La presenza del Po nel territorio di Monticelli d’Ongina è forte e da sempre condiziona la vita dei suoi abitanti.In omaggio al fiume ed alle tradizioni ad esso associate nel capoluogo comunale vi sono il Museo Etnografico del Po, l’Acquario del Po ed il Museo della Civiltà Contadina e Artigianato.

 TERRITORIO

Il Comune di Monticelli d’Ongina si sviluppa su uno dei tratti più panoramici del corso piacentino del Po e comprende sei frazioni:

 STORIA e CULTURA

Monticelli è un paese che riesce a comunicare allo sguardo del visitatore il proprio importante passato. Chi entra nel centro storico coglie subito quanto rinascimentale e barocco ancora resti nel tessuto urbano: i portici e i palazzi nobiliari di via Martiri della Libertà, la Basilica di San Lorenzo, la chiesa di San Giorgio e, maestosa, la Rocca, castello voluto dalla famiglia Pallavicino.

L’impianto dell’attuale centro storico fu voluto dai Pallavicino che concepirono un’impianto urbanistico delimitato dalle attuali via Martiri della Libertà, via Pallavicino, via Alfieri, via Bixio. Le costruzioni erano allineate lungo le antiche contrade, tutte parallele e orientate verso la Rocca.
Tra il ’500 e il ’700 il paese subì consistenti ampliamenti con la costruzione dei palazzi Azzoni e Archieri lungo via Martiri della Libertà. Pregevole è il complesso dell’ex ospedale (oggi casa protetta per anziani non autosufficienti), cotruito nel ’700 per volontà del vescovo di Fidenza. E’ della stessa epoca anche la villa Casali, oggi sede del Municipio.

 PRODOTTI TIPICI

AGLIO BIANCO DI MONTICELLI D’ONGINA.

Monticelli vanta un’eccellente qualità di aglio conosciuta e apprezzata sui principali mercati internazionali. Qui le condizioni ambientali, climatiche e geofisiche concorrono a ottenere un prodotto di caratteristiche ottimali, sia per l’uso gastronomico che curativo.
È di varietà ”piacentino bianco”, con polpa bianca, profumata, carnosa, ricca di vitamine e sali minerali, eccezionale per finezza di aroma e soprattutto per la durata (si può conservare da un anno all’altro).
Monticelli al centro della zona piacentina di produzione dell’aglio, ha ottenuto il titolo di ”capitale dell’aglio”.

La pianta dell’aglio
Proprietà terapeutiche
L’aglio in cucina

FIERA DELL’AGLIO

Ogni anno, in occasione del primo fine settimana di ottobre, in Comune di Monticelli d’Ongina in collaborazione con la sua Proloco organizza la storica  ”Fiera dell’aglio”nel suggestivo piazzale della Rocca Pallavicino-Casali.


 PIATTI TIPICI

La cucina monticellese è ricca e variegata, infatti ai piatti di pianura si aggiungono quelli preparati con il pesce del grande fiume.
L’elenco dei piatti e dei prodotti tipici è piuttosto lungo, si riportano solo i più significativi.

I salumi ricavati dal maiale: salame, coppa, pancetta, lardo, prosciutto e culatello, i ciccioli e la sopressata.

Tra i primi piatti i ‘Marubèin (Marubini), anolini di pasta all’uovo, farciti con ripieno a base di uova, grana padano, noce moscata e pangrattato e cotti in un brodo di carne mista (quella dei grandi bolliti). Una variabile di questo piatto, riscontrabile in alcuni ristoranti locali, è il ripieno fatto con lo stracotto.
Un altro caratteristico primo piatto, tramandato dalla tradizione contadina, sono i Pisarei e fasò, gnocchetti fatti con pangrattato e acqua, cotti in acqua e conditi con un sugo a base di pomodoro e fagioli borlotti.

Tra i secondi piatti troviamo: il bollito misto, gustato con la tipica salsa verde e la mostarda; la Picula ‘d caval, carne di cavallo macinata, cotta in umido con pomodoro e verdure tritate fini; lo Stracotto d’asino, muscolo d’asino che, dopo essere stato marinato nel vino con gli aromi, viene cotto a fuoco lento, per molte ore, nello stuòn, tipica casseruola di terracotta con il coperchio; pollame e selvaggina cucinati in vari modi, tra cui spicca la Faraona alla creta, piatto di origine longobarda e che prende il nome dalla tecnica usata all’epoca di rivestire di creta le carni, prima di passarle al fuoco; pesci d’acqua dolce, come anguilla, pesce gatto, storione, preparati sia fritti che in umido, o gli stricc, piccoli pesci di fiume che vengono fritti nell’olio bollente.

Il dolce più caratteristico è la Spongata di Monticelli, una torta di pasta sfoglia farcita di un composto di miele, noci, pinoli, uvetta e amaretti tritati. E’ un piatto tramandato dalla tradizione ebraica, infatti era il dolce tradizionale della Pasqua ebraica.

Infine i vini: a causa del territorio completamente pianeggiante, Monticelli non è una zona adatta alla produzione vinicola. Vi si possono però trovare i vini D.O.C del Colli Piacentini: Gutturnio, Barbera e Bonarda tra i rossi; Ortrugo, Monterosso, Malvasia e Savignon tra i bianchi.

AMBIENTE e NATURA

Le risorse naturalistiche ed ambientali che il Po offre sono innumerevoli ed affascinanti, caratterizzando il paesaggio ora con canneti e saliceti, ora con boschi umidi, ninfee gialle e castagne d’acqua. Anche il patrimonio ittico e, soprattutto, avifaunistico si presenta molto variegato: si va dall’alborella, la specie più numerosa, alle tinche, alle carpe, scardole, pesci gatto, persico e lucci per il primo; mentre per il secondo si spazia dalle nitticore, alle garzette, agli aironi cinerini, usignoli, gallinelle d’acqua, cannareccioni e poi ancora folaghe, germani reali, fraticelli e martin pescatori. Un vero e proprio microuniverso estremamente articolato, formante un significativo ecosistema di un patrimonio unico, che potremo conservare solo con un assoluto rispetto per questo fiume, linea di confine geografica, culturale e comune denominatore della vita della gente padana.


 IL GRANDE FIUME


Il tratto piacentino del fiume Po comprende 100 Km dei 678 totali; per la precisione sono piacentini 100 Km della sponda destra di questo grande fiume. La presenza del Po nel territorio di Monticelli d’Ongina è forte e da sempre condiziona la vita dei suoi abitanti. In omaggio al fiume ed alle tradizioni ad esso associate nel capoluogo comunale vi sono il Museo Etnografico del Po, l’Acquario del Po ed il Museo della Civiltà Contadina e Artigianato.

LA CONCA DI NAVIGAZIONE DI ISOLA SERAFINI

A marzo 2018, presso Monticelli D’Ongina (Piacenza), è stata inaugurata la nuova conca di navigazione sul fiume Po a Isola Serafini, opera finanziata che consentirà la libera navigazione nel Po in entrambe le direzioni nel tratto compreso tra il mare Adriatico e Piacenza. La nuova conca di navigazione è stata realizzata per superare lo sbarramento artificiale della centrale idroelettrica Enel di Isola Serafini.


TURISMO e SPORT

CICLOTURISMO

Il fascino particolare di Monticelli risiede soprattutto nella sua inconfondibile atmosfera ”antica”: la cultura tradizionale della piazza e delle osterie, con la loro socialità viva e spontanea, sono un motivo in più per apprezzare questo paese aperto alla modernità ma sempre legato nel profondo alle sue tradizioni e a una piacevolezza del vivere ormai scomparsa in centri più grandi. Per gli amanti della natura un’escursione in bicicletta nelle campagne, sugli argini e soprattutto nella vicina Isola Serafini può essere fonte di grande piacere, per la calma, la maestosa bellezza del paesaggio fluviale e la possibilità di osservare da vicino varie specie protette di uccelli acquatici.

Pista Ciclabile Da SAN NAZZARO A CREMONA

ITINERARI CICLOTURISTICI PIACENTINI

 

PESCA SPORTIVA

In queste terre lambite dal tratto piacentina del grande fiume Po, tante sono i luoghi in cui si tiene viva la tradizione della pesca fluviale, che originariamente rappresentava una risorsa importante per i popoli della Bassa Piacentina.


PROMOZIONE TURISMO ed EVENTI A Monticelli d’Ongina

 

 

 

 


EVENTI e MANIFESTAZIONI

RICORRENZE TRADIZIONALI PERIODO
FESTA dei FIORI
Secondo week end di MAGGIO
Festa dell’Aglio Bianco di Monticelli d’Ongina (centro paese) Primo week end di OTTOBRE
Sfilata dei Carri di San Martino ed esposizione degli Antichi Mestieri lungo le vie del paese Primo week end di NOVEMBRE

Monticelli d’Ongina
Via Cavalieri di V. Veneto, 2- 29010 Monticelli d’Ongina (PC) ITALIA
Tel +390523820441 – Fax +390523827682
[email protected] - http://www.comune.monticelli.pc.it